La Stones è una nota azienda italiana che distribuisce articoli per la casa dai prezzi contenuti ed accessibili a tutti, pur mantenendo degli standard qualitativi elevati.
Da alcuni anni la Stones è entrata massicciamente nella produzione e nella commercializzazione di prodotti d’arredo a 360 gradi, con tavoli, sedie, poltrone, letti, lampadari, caminetti al bioetanolo, tappeti, complementi d'arredo, articoli vincenti per il loro design, la loro qualità e l’imbattibilità dei loro prezzi.

Abbiamo avuto il piacere di parlare con Tommaso Montani responsabile per la divisione online-digitale di Stones.

1) Parlaci di Stones e di come si differenzia dagli altri concorrenti del settore

Stones lavora nel settore del mobile da più di 20 anni. Non essendo produttori ma importatori, cerchiamo in tutto il mondo prodotti di arredamento e design che possano avere una combinazione vincente da proporre al potenziale cliente. Quindi per rispondere alla tua domanda, il punto di forza che ci differenzia maggiormente dai concorrenti è sicuramente quello di riuscire a fornire un intero arredamento della casa, di grande qualità, a prezzi accessibili.

2) In che paesi vendete e quanti e-commerce rivenditori avete?

Per quanto riguarda il mercato tradizionale, l'Italia è sicuramente il paese in cui siamo molto forti e competitivi, ad oggi distribuiamo i nostri prodotti su oltre 5000 punti vendita. Stiamo lavorando per entrare sul mercato francese e tedesco. Da 6-7 anni lavoriamo anche nel mercato online, che soprattutto negli ultimi tempi ha visto una crescita esponenziale e oggi influisce sul nostro fatturato in maniera significativa. Online i prodotti Stones sono venduti da centinaia di e-commerce tra cui vantiamo anche qualche presenza straniera.

stones-competitoor

3) Chi utilizza Competitoor all'interno di Stones e che ruolo ricopre?

Il software viene utilizzato da me con lo scopo di controllare rapidamente ed in maniera precisa quei partner che hanno prodotti Stones nella linea permanente, osservare i prezzi che fanno, le scontistiche, le offerte. In modo da garantire a tutti i nostri distributori una competizione equa e proteggere il valore aziendale.

4) Ritieni che Competitoor ti sia stato utile per controllare il tuo mercato e sapere chi applica scontistiche troppo elevate?

Come dicevo prima, l'e-commerce sta avendo una forte e costante crescita che necessita sempre di più di un controllo preciso. Soprattutto all'inizio di questo processo dove tutti hanno iniziato a vendere online, i prezzi proposti non erano assolutamente in linea con le nostre regole. Questo ha creato molti problemi con i vari distributori del canale vendita tradizionale che lamentavano dei prezzi troppo competitivi online. Grazie quindi al monitoraggio dei prezzi con Competitoor, abbiamo potuto stabilire dei prezzi consigliati al pubblico sotto i quali noi non vogliamo si vada.

tavolo-stones-competitoor

5) Hai parlato di differenze tra mercato online e offline, che soprattutto negli ultimi anni è sempre più incisiva. Come lo vedi il trend nel futuro prossimo?

L'Italia si sta sicuramente muovendo molto sul mercato online. Le cifre relativamente al fatturato infatti raddoppiano da un anno all'altro e noi di Stones ci aspettiamo un'ulteriore crescita negli anni a venire. Questo perché le persone oggi cominciano a fidarsi di più di Internet, sanno muoversi bene e scovare la migliore offerta. Il passo successivo sarà quindi quello di legare ad un prezzo virtuale leggermente inferiore una serie di servizi che vanno a completare l'offerta e ne dimostrano la convenienza.