Acquistare online è una pratica sempre più diffusa.

La facilità con cui confrontare i prezzi, la comodità di poter scegliere da casa o in ufficio senza doversi spostare, la quantità di offerte presenti sono opportunità da cogliere sia per privati che per gli uffici acquisti delle aziende.

Online si compra di tutto. Se nei primi anni ‘2000 libri, viaggi ed elettronica erano i principali settori su cui si concentravano gli acquisti, oggi la moda, l’alimentare, i prodotti per la cura del corpo stanno crescendo rapidamente e qualsiasi tipo di servizio, dalle assicurazioni alle consulenze passando per la formazione, può essere acquistato online.

Con Competitoor analizziamo ogni giorno milioni di prezzi da centinaia di migliaia di eCommerce da tutto il mondo e posso sostenere con sicurezza che è veramente difficile trovare un prodotto o un servizio che non sia acquistabile online.

Eppure si fa ancora molta fatica a sfruttare le potenzialità del Web. Mediamente un utente smaliziato confronta 4 siti prima di scegliere, ma i concorrenti sono spesso più di 10 in ogni nazione (su alcuni prodotti abbiamo rilevato 50-60 proposte concorrenti di prodotti identici con prezzi che variano del 30% tra loro) e si commettono errori di valutazione tipici dello shopping tradizionale con regole ben diverse dallo shopping online.

Ecco allora i principali consigli da seguire per iniziare ad acquistare con successo e raccogliere il massimo dai siti di vendita online. In questa prima parte parleremo di comportamento, nei prossimi giorni suggerirò anche altre strade legate alla tecnologia e alle relazioni.

Modifica e fai evolvere il tuo comportamento d’acquisto

Renditi conto di dove ti trovi, sei online.

Hai a 'portata di clic' qualsiasi sito Web, perché concentrarsi solo su quelli più famosi o sui principali risultati che ti propone Google? Come le fashion blogger professioniste insegnano a trovare i prodotti migliori negli scaffali più nascosti delle boutique o gli esperti d’arte spulciano le bancarelle dei paesi di provincia, anche tu puoi trovare le bazze migliori se esci dai percorsi abituali.

Prima di tutto, quando puoi, pianifica l’acquisto. Se non hai bisogno di comprare immediatamente, potrai risparmiare fino al 40% con un mix di trucchetti e un po' di contrattazione.
Osserva i prezzi. Se vedi che presentano valori differenti da 0 e 9 nei centesimi, molto probabilmente i prezzi sono dinamici, guidati da un algoritmo.

new_balance_dynamicpricing

Significa che cambiano continuamente nel tempo. Per esempio tutti i prezzi di Amazon o di qualsiasi compagnia aerea sono dinamici, ma sempre più siti Web ormai sfruttano la tecnologia per offrire in qualsiasi momento il prezzo migliore (se vendi online, con Competitoor puoi attivare anche tu questa potentissima funzionalità sul tuo ecommerce).

Controllando il prezzo nel tempo, non solo puoi trovarlo dopo pochi giorni cambiato, ma influenzi con il tuo comportamento l’algoritmo stesso che cercherà di convincerti ad acquistare anche correggendo il prezzo al ribasso. Ovviamente per i più intraprendenti è possibile sfruttare questa tattica e accelerare il processo collegandosi al sito in questione con dispositivi differenti: smartphone, computer, tablet. Potresti trovare già così prezzi cambiati!

Il cliente possiede lo scettro del comando: la carta di credito

Se trovi un bel sito, che ti convince, ma non hai fretta di acquistare, registrati e metti il prodotto che ti interessa nel carrello o nella lista dei desideri. Lascerai i tuoi dati personali è vero, ma in cambio strapperai facilmente un rapido sconto del 10%-15%. Spesso poi per il primo acquisto troverai delle offerte speciali legate alla registrazione, ad una newsletter o ad altre promozioni di benvenuto (tanto potrai sempre disiscriverti in un secondo momento).

happy_discounts

Nei siti Web più evoluti, che sono poi anche una garanzia di affidabilità e te li consiglio, potresti trovare una chat con cui interagire con lo store manager. Quasi nessuno la sfrutta, perchè da l’effetto del “commesso che ti segue per il negozio”, ma è un’opportunità da cogliere, perché è facile iniziare ad intrecciare un rapporto che porta a sconti dedicati, attraverso coupon personalizzati. Se non c'è la chat o nessuno ti risponde, puoi inviare un e-mail per chiedere informazioni sul prodotto, solitamente quando ti rispondono oltre al supporto viene aggiunto un codice sconto personalizzato (che scade in poco tempo) per forzarti a completare l’acquisto.

Un’altra tecnica, più raffinata, è utilizzare i comparatori di prezzo in modo originale. Invece che cercare il prezzo più basso di uno specifico prodotto, che spesso proviene da siti poco affidabili o che al prezzo conveniente abbinano una poco piacevole sensazione di bassa qualità (non dimenticarti che oltre al prodotto, devi portarti a casa anche garanzia a possibilità di reso), cerca i siti eCommerce che sono posizionati meglio genericamente nella categoria giusta. Per esempio se cerchi un notebook, guarda i siti meglio posizionati nell'elettronica. Dovrai far qualche "clic" in più, per la gioia del comparatore che guadagna grazie alle tue azioni, ma troverai nomi di negozi che non conosci  che possono proporti prezzi speciali anche su un prodotto non esposto sul comparatore, ma hanno comunque in magazzino. Lavorando con i migliori eCommerce d’Europa, ti garantisco che quasi tutti hanno a disposizione prodotti che non presentano sul catalogo, ma possono recuperare rapidamente dai propri fornitori. Chiedere è un diritto e comunque aumenterai la tua conoscenza per i prossimi acquisti.

Estendi i tuoi orizzonti, il Web non ha confini

La competizione tra e-commerce si basa quasi esclusivamente all'interno dei confini nazionali. Il motivo è che le leggi e le distanze dai magazzini fisici influenzano le spese di spedizione e le politiche di reso. Tuttavia, in alcuni settori si possono già trovare e-commerce che estendono la propria presenza su più paesi, basti pensare ai grandi marketplace orientali inizialmente nati come servizi b2b (si trovavano offerte per materie prime e stock di grandi quantità) che oggi offrono cataloghi sterminati anche a quei clienti privati che hanno la pazienza di attendere qualche settimana prima di ricevere la merce.

Questa pratica di superare i confini continuerà a diffondersi perché chi è bravo a vendere online, non ha motivo di rimanere rinchiuso all'interno di un determinato stato nazionale. Inoltre il cambio di valuta, può portare in certi casi a vantaggi considerevoli. Per esempio molti italiani che risiedono a Londra (lo so per esperienza personale), sfruttano la propria lingua madre per acquistare e farsi spedire prodotti in Italia, per poi recuperarli in un secondo momento o con un’ulteriore spedizione. Se ti sembra una follia ti racconto la storia (vera) di una professoressa italiana a Londra, che ha acquistato un paio di stivali di Prada sfruttando proprio il cambio valuta e la differenza di listino facendoseli spedire a Milano.

Il vantaggio economico era così grande che ha potuto prendere un volo aereo per Milano e ritirare la merce (e tornare ovviamente indietro), spendendo comunque meno di quello che avrebbe speso acquistando lo stesso prodotto in pound, online, sullo stesso sito, in Gran Bretagna.

prada_cheap_boots

Concludendo

Le buone norme da seguire, la pazienza e l’atteggiamento corretto nei confronti del media in cui vi trovate sono solo una delle strade percorribili per spendere meno online. Ma ce ne sono altre. Nelle prossime puntate parleremo di come sfruttare la tecnologia e poi di come usare una delle caratteristiche più potenti del Web: la facilità con cui ci si può relazionare.

E tu acquisti online? Se hai storie che conosci riguardo a prezzi estremamente bassi trovati online e hai voglia di condividerle o semplicemente ti interessa approfondire questo argomento, mi trovi sui canali social di Competitoor: Facebook, Twitter, LinkedIn.

Oppure puoi contattarmi, ti avviserò non appena altri articoli della categoria shopping online saranno pubblicati sul Price Magazine.

Buon shopping e alla prossima!