Non è una novità ormai che il commercio online sia ogni giorno sempre in costante crescita. Anche se non al pari con gli altri paesi europei, in Italia i consumatori online sono stati 18,8 milioni nel 2016. Generalmente il 12% degli utenti online esegue solo delle ricerche sui prodotti interessati al solo scopo di ottenere informazioni. Dall'altra parte, il restante 88% ha lo scopo di acquistare online. Considerata la vastità di elementi che è possibile acquistare on-line, è risultato che di solito gli italiani preferiscono acquistare merci durevoli; tra gli acquisti più comuni vi sono infatti i viaggi (49%), seguiti da libri e musica (48%), la moda (43%), la tecnologia (32%) e i biglietti per concerti/sport (32%). Nella classifica dei beni di consumo troviamo invece: prodotti del settore cosmesi (25%), il vino e l'alcol (9%), la consegna degli alimenti (6%), accessori/giochi per bambini (6%) e cibi freschi (2%).

La rapida crescita del commercio elettronico comporta nuove sfide per i rivenditori. Ci sono 2 fattori che in genere incidono sul successo dell' e-commerce del rivenditore:

1. Volatilità: I prezzi dei prodotti venduti online sono imprevedibili. I clienti possono cercare un prodotto in due momenti diversi della giornata e vedere che si presenta con una variazione di prezzo. Amazon.com è molto famoso a questo proposito, infatti cambia i prezzi fino ad 8 volte al giorno. Nel grafico sottostante si nota che il prezzo del router Wi-Fi Linksys E900 è cambiato più di 7 volte nel corso di 24 ore. Per gli acquirenti non c'è modo di sapere o prevedere questo cambiamento.

Intra-day price volatility

La volatilità dei prezzi non è solo un sassolino nella scarpa per i compratori online. Chi ha un business online si è visto costretto ad utilizzare uno strumento specifico che lo aiutasse a cambiare il prezzo più volte al giorno, al fine di tenere il passo con la concorrenza, in particolare con Amazon.

La rapidità della fluttuazione dei prezzi ha reso impossibile per le aziende prevedere quando il prezzo di un determinato prodotto aumenta o precipita. Ma questa informazione è di vitale importanza se i rivenditori vogliono proteggere il valore del loro business ed essere competitivi. I clienti hanno così tante opzioni tra cui scegliere quando si tratta di acquistare on-line, che essere sicuri di offrire loro l'opzione migliore vi metterà in una posizione di successo.

2. Protezione marca: proteggere il marchio sta diventando un'operazione molto difficile su Internet. Il valore che il brand ha costruito negli anni potrebbe essere distrutto con uno schiocco di dita se non si presta attenzione a chi sta vendendo i propri prodotti on-line. Non solo, Internet è pieno di prodotti contraffatti che hanno un prezzo e una qualità inferiori agli originali. Questa tipologia di prodotti sono facili da trovare su Internet, e i rivenditori possono entrare nel commercio on-line molto facilmente e ottenere i clienti da tutto il mondo.

Apple è solo un esempio di prodotti contraffatti e mercato grigio. Per quanto riguarda il mercato indiano, i rivenditori autorizzati del marchio sono stati inferiori del 40% rispetto al solito. Le motivazioni? Il mercato grigio è molto comune in quel paese e rappresenta una minaccia per il valore del marchio. I brand sono costretti a controllare ogni giorno chi vende il proprio prodotto on-line e a quale prezzo.

Con il mercato nero, il mercato grigio e la contraffazione dei prodotti che si trovano tutti i giorni sul web, i brand hanno bisogno di una soluzione rapida. Utilizzare uno strumento che aiuta a trovare dove sono venduti i prodotti e a quale prezzo, è sicuramente un buon punto di partenza.